"IL BULLOFONINO"

2^ EDIZIONE

N° 3

Notizie news

Giorno 08\02\08 presso l’auditorium dell’Istituto abbiamo partecipato alla visione di uno spettacolo, a nostro avviso, molto  interessante perché abbiamo capito che si può stare insieme, divertirsi ed imparare tante cose.

Lo spettacolo è stato presentato da una maschera buffa, di nome Zanni. Il nostro personaggio ci ha fatto capire che la vita non è una favola, come a volte la tv ci vuole far vedere con alcuni programmi, in particolare i reality (l’Isola dei Famosi, il Grande Fratello, Amici…), ma la vita va vissuta in maniera reale.

Zanni ha parlato di tante cose, fra cui: il bullismo, il problema ambientale, ma la nostra attenzione si è soffermata, in modo particolare, sull’uso del cellulare.

 

Sul Corriere della sera pochi giorni fa è stato pubblicato un articolo “Cervello a rischio tumori con il cellulare” secondo il quale gli scienziati Hansson e Herlles sostengono che l’uso del cellulare provoca gravi malattie. Secondo questi scienziati, infatti, l’uso del cellulare per più di 10 anni aumenterebbe il rischio di ammalarsi di tumore al cervello.

Quando si usa il cellulare si dovrebbe fare una particolare attenzione.

«E’ necessaria una grande attenzione nell’uso del telefonino – avvertono gli scienziati nella relazione pubblicata dalla rivista Occupational Enviromental Medicine – e soprattutto i bambini, che sono particolarmente vulnerabili, dovrebbero essere scoraggiati dall’utilizzarlo».

 

A quanto sostiene l’Independent, che ha riportato lo studio, i risultati sarebbero tanto importanti quanto preoccupanti, perché mettono insieme ricerchesu persone che hanno usato il cellulare per un tempo abbastanza lungo da poter contrarre la malattia. Finora, infatti, le rassicurazioni ufficiali sulla sicurezza dei cellulari si basavano su ricerche compiute, nella migliore delle ipotesi, su un campione ristretto, ma il cancro impiega almeno 10 anni per svilupparsi, quindi questi studi erano giocoforza parziali”.

Queste sono notizie che ci dovrebbero far riflettere e grazie a Zanni abbiamo avuto l’occasione di informarci su un argomento così delicato. Quindi, ragazzi moderiamo l’uso del telefonino!

 

ANASTASIA RAGUSA (CLASSE I D)

MARILENA LEONE  (CLASSE I F)

Nel mese di marzo la nostra scuola è impegnata a disputare i Giochi Sportivi Studenteschi di pallavolo femminile e maschile. Il torneo prevede diversi giorni; nel nostro girone oltre alla nostra scuola ci sono la SMS “D.Alighieri”, l’I.C.”Sammartino Pardo”, l’I.C. “V.Brancati” e la SMS “Giovanni XXIII”.

Del nostro Istituto parteciperanno  al torneo solo 12 alunni (6 per ogni rispettivo plesso), scelti fra coloro che presenteranno spiccate abilità ginniche. Tutti coloro che volessero partecipare devono  impegnarsi moltissimo,  perché ci saranno altre manifestazioni a cui aderire.

Nel prossimo numero vi faremo sapere i risultati del torneo. E intanto in bocca al lupo ragazzi!!!

La Prof. Graziella Musumeci   

L’alimentazione  ha sempre interessato non solo i buongustai ma anche la gente comune. I nostri nonni  erano convinti che un bicchiere  di  vino rosso facesse bene  agli  anemici  e lo consigliavano  soprattutto  per le malattie cardiache e anche per quella che ai nostri giorni viene definita “depressione”. Oggi  alcuni   congressi medici  hanno sostenuto,  sulla base di ricerche scientifiche, che per evitare  alcune malattie  del cuore andrebbe bene anche la cioccolata. Questa  agirebbe  grazie ad alcuni  suoi componenti  come la teobromina, contenuta nel cacao  e la “feniletilamina”  che interverrebbe  in senso specifico  contro la depressione nervosa.

La quantità di cioccolata che viene “divorata” ogni anno in Italia è salita  ai 3-4  kg “pro capite”  ma non sappiamo se il motivo siano questi studi scientifici o la bontà dell’alimento.Gli studiosi, a cui abbiamo fatto riferimento  all’inizio, sostengono che l’effetto antidepressivo è dovuto  soprattutto al fatto che il cioccolato indurrebbe  la produzione di “endorfine”, sostanze morfino-simili  che   agiscono  contro il dolore  e stimolano  una sensazione di euforia. Inoltre, come abbiamo detto, il cacao  contiene  la “feniletilamina” che, insieme ad altre sostanze  chimiche, sarebbe in grado di dare sensazioni   di benessere.

Quindi verrebbe da pensare   che mangiare un paio di stecche di cioccolata o buttarsi  a capofitto  nel vaso  della nutella sia il modo migliore per  migliorare il proprio umore   quando  si soffre di depressione, anche lieve , e ci si  voglia  sentire  meno tristi  con se stessi  e con gli altri.

VALENTINA DI BELLA   (CLASSE V A)  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL FUMO FA MALE ALLA SALUTE!

 

Tutti noi sappiamo che fumare non è altro che un bruttissimo vizio che ci impedisce di star bene.

Grazie a dati scientifici, siamo a conoscenza del fatto che il fumo di tabacco è un aerosol micidiale di sostanze nocive. La scritta che troviamo sui pacchetti di sigarette ci fa capire che la sigaretta contiene soltanto nicotina, ma non è così. La sigaretta, infatti, contiene tantissime sostanze che ci impediscono di vivere in salute.

Sicuramente tutte queste sostanze potrebbero causare conseguenze disastrose, come i tumori, e molte altre malattie che non ci rendono la vita facile.

Queste sostanze alterano la mucosa bronchiale causando una maggiore produzione di catarro ed in genere infiammazioni della mucosa stessa. In particolare la nicotina è, fra tutte quelle che abbiamo elencato, la sostanza meno dannosa ma sicuramente è quella che dà maggiore dipendenza.

 

In conclusione possiamo dire che il  fumo fa molto male alla nostra salute perché danneggia i polmoni, fa venire gravi malattie e non aiuta lo sviluppo fisico…

Inoltre fumando danneggiamo l’ecosistema, cioè l’ozono.

Su internet c’è la possibilità di consultare le associazioni contro il fumo che possono aiutare i fumatori ad uscire dalla dipendenza alla nicotina e noi consigliamo a chi ne avesse il bisogno di fare un’accurata ricerca oppure di farsi aiutare dal proprio medico.

Purtroppo anche nell’ambiente scolastico è abbastanza frequente trovare ragazzi che fumano.

Noi scriviamo a voi lettori di questo giornalino invitandovi a non fumare, e vi chiediamo di aiutarci a trasmettere questo messaggio anti-fumo a tutti i nostri coetanei.

 

Anastasia Ragusa ID

 Marilena leone IF

Francesco Zumbo IF

La biblioteca della scuola Angelo Musco di Zia Lisa aspetta tutti i ragazzi della scuola per delle piacevoli ore di lettura. Noi ragazzi proponiamo dei libri:

Autore: Frank Anne

Pubblicato nel: 1952.

Genere:diario.

Anna Frank è famosa in tutto il mondo grazie al “diario” che lei tenne durante il periodo in cui visse nascosta in una soffitta di Amsterdam. Dopo la guerra, il diario fu ritrovato e pubblicato dal padre, unico sopravvissuto della famiglia, con il titolo: Diario di Anna Frank. Vi consigliamo questo libro- diario, se lo trovate. E’ una storia antica ma che suscita tante emozioni; parla di guerra però ha fatto commuovere milioni di lettori. A noi è piaciuto molto perché l’abbiamo letto e ve lo consigliamo.

 

Titolo: La perfida Ester

Pubblicato nel: 2002

“La perfida Ester” è una storia realmente successa in una scuola ebraica negli anni della guerra. La storia riflette sull’atmosfera delle scuole ebraiche in Italia, durante gli anni delle leggi antisemitiche del fascismo. Gli episodi narrati non sono avvenuti tutti a Roma, ma in scuole ebraiche di altre città; molti bambini sono stati portati nei lager nazisti e non hanno fatto mai ritorno.

 

Non andiamo oltre altrimenti il bello si perde, ma leggete questo libro che racconta le storie di alcuni bambini vissuti nel periodo delle leggi razziali. Vi divertirete perché parla di monellerie, giochi, amicizie, piccole pesti e scherzi micidiali e scoprirete anche quanto sia importante conoscere il passato e conservarne la memoria. VI RACCOMANDIAMO LEGGETELO…

 

Titolo: Smith uno strano ladro nella strana Londra

Autore: Leon Garfield

Pubblicato nel: 2000

Vi consigliamo questo libro perché è pieno di avventure. Il protagonista è un ragazzo di nome Smith di dodici anni ed è il più abile borsaiolo di Londra. Un giorno si trova tra le mani un documento molto importante, ma siccome non sa leggere non riesce a capirne l’argomento. La fine la scoprirete voi leggendo questo libro. 

 

Titolo:La gabbianella e il gatto.  

Autore:Luis Sepùlveda.

Pubblicato nel: 1996.                                                

Genere: avventura.

Vi consigliamo questo libro perché regala tante emozioni… Parla di un gatto che trova nel suo cortile una gabbiana quasi morta la quale gli affida il suo uovo e poi muore…

 

Il gatto di nome Zorba si prende cura dell’uovo e quando nasce il pulcino(che è una femmina) se ne prende cura insieme ai suoi amici e poi quando cresce gli insegna a volare con l’aiuto dei suoi amici e di una bambina che è la padroncina di una gatta…

 

Titolo: Lo stregone.

Genere: Giallo.

Autore:Westall Robert

Pubblicato nel: 1957-1999.

E’ una storia che fa rabbrividire, ha molti colpi di scena, parla di una famiglia che va a fare una vacanza in un cottage, abitandoci si accorge che succedono cose strane e se volete scoprire cosa succede leggetelo….

 

Titolo:Sette storie di…paura

Autore:Brian Jacquaes

Pubblicato nel:1999

Genere:Horror

Vi consigliamo questo libro a chi piace il genere horror perché è di paura e mette in tensione. Un vampiro tiranneggiato da una madre ansiosa, una divinità egizia che torna in vita, un diavolo ingannato, uno spettro goloso, un mostro dai mille tentacoli, una ladruncola punita in modo imprevedibile, un fantasma bambino che gira nel cortile della scuola:questi sono i protagonisti delle sette storie, ma tocca a voi scoprire cosa raccontano queste sette storie se leggerete il libro.

ANTONELLA GUGLIELMINO (classe II D)

CLARISSA GRECO (classe II D)

GIORGIA GRASSO (classe II D)

 

 

Ingredienti per 8 persone

8 tuorli d’uovo;200g di zucchero;1/2  l di latte;

3 fogli di colla di pesce;500g di panna montata;

¾ di stecca di vaniglia;350g di fragole.  

Lavorate i tuorli d’uovo con lo zucchero in una ciotola,in modo da ottenere un composto  chiaro e semplice,poi diluite con il latte fatto scaldare insieme alla vaniglia. Unite i fogli di colla di pesce ammollati in acqua e strizzati e cuocete tutto sul fuoco molto basso finchè la crema  non addensa. Levate dal fuoco,eliminate la stecca di vaniglia, lasciate raffreddare la preparazione e  incorporate la panna montata e le fragole passate al  setaccio. Sistemate tutto in uno stampo da budino inumidito e mettetelo poi in frigorifero  per qualche ora. Togliete lo stampo dal frigorifero,immergetelo in acqua bollente e sformate il dolce su un piatto di portata .

Ingredienti per 8  persone:

per la pasta brisè:200g di farina; 100g di margarina;1 pizzico di sale.

Per il ripieno 450g di spinaci surgelati in foglia o meglio tritati;50g di frutti canditi tagliati a dadini;40g di farina;30g di burro;1/4 di litri di latte freddo;5 cucchiai  colmi di zucchero;3 tuorli d’uovo;la scorza grattugiata di un limone;sale.  

Fate la pasta brisè impastando velocemente tutti gli ingredienti elencati insieme a tre cucchiai di acqua gelata e  lasciate  riposare,coperta,per un’ora. Scongelate gli spinaci e, se sono in foglia, passateli al passaverdura. Preparate la besciamella. In una casseruola di giusta grandezza fate sciogliere il burro,unite la farina e dopo pochi minuti versate il latte freddo. Sempre mescolando, lasciate addensare  il composto,poi mettete una reticella sotto la casseruola coprite e lasciate cuocere la besciamella per 15-20 minuti,rimestandola solo  di tanti in tanto poi unitevi il sale e lo zucchero e levatela dal fuoco;mescolatevi la scorza di limone, gli spinaci,i tuorli e i canditi. Spianate parte della pasta brisè e foderate fondo e pareti di una tortiera larga 25cm;versatevi il composto e ricoprite,a grata,con la pasta rimasta ritagliata a strisce. Cuocete in forno caldo (200°c) per 35-40 minuti. Servite la crostata fredda.

Ingredienti per 4 persone:

300g di riso superfino;100g di salsiccia;1 manciata di spinaci lessati ben strizzati;

40g di burro;1pezzetto di cipolla;2 cucchiaiate di grano grattugiato;8 gherigli di noci;1 dado per brodo.

 

Mettete sul fuoco una casseruola con 800g di  acqua;quando alzerà il bollore,immergete il riso e cuocetelo, mescolando di tanto in tanto. Nel frattempo tritate la cipolla e fatela appassire dolcemente in 20g di burro;unite quindi la salsiccia

spellata  e sbriciolata e gli spinaci tritati, mescolando con un cucchiaio di legno.

Quando il riso sarà ancora un poco  al dente (se durante la cottura venisse a mancare

dell’acqua unitente dell’altra bollente,tendo però conto che, alla fine, deve presentarsi

della densità di un risotto) salatelo con il dado sbriciolato e mescolatevi  il composto di salsiccia,cipolla e spinaci, i gherigli di noci tritati,il formaggio grana grattugiato

e il rimanente burro a fiocchetti. Mantecate  perfettamente il riso con i vari ingredienti

versatelo in un piatto di portata caldo e  servitelo.

 

FRANCESCA BRUNO (CLASSE V A)

VALENTINA DI BELLA (CLASSE V A)

 

Cara posta del cuore,

mi chiamo Stellina 95, ho un favore da chiedervi.Ho litigato con la mia compagna di classe, non so più come fare pace con lei, mi potreste dare un consiglio?

Stellina 95…

 

Ciao Stellina 95,

litigare con i compagni di classe non è una bella cosa, perché è difficile stare insieme per tante ore con la rabbia che hai  nei loro confronti. Comunque noi non ti possiamo rispondere perché non sappiamo il motivo del tuo litigio, quindi scrivici al più presto con maggior chiarezza, e ti risponderemo. Ciao ciao…

I ragazzi si chiedono questo…!!!

Perchè voi ragazze indossate sempre i jeans a vita bassa se non volete far vedere le mutandine?

Noi ragazze…indossiamo i jeans a vita bassa  perché sono un tratto di moda…e poi sono comodi da indossare…ma anche voi ragazzi portate i jeans a vita bassa…anzi bassissima…e fate vedere le mutandine griffate…

 Il nostro articolo vi aggiorna sulla tendenza all’abbigliamento a vita bassa. Piace tanto ai giovani, la indossano sempre e comunque, in ogni circostanza, anche nelle occasioni in cui  sarebbe più adeguato un altro tipo di abbigliamento e con meno pelle e parti del corpo in vista.

 

E’, però, in arrivo una novità dall’America: i giovani dovranno presto cambiare look se non vorranno finire in prigione. Le autorità dello stato americano hanno infatti deciso di fare diventare un crimine la vita bassa. Si rischiano addirittura sei mesi di carcere e una multa di 500 dollari. Quindi se non volete rischiare il carcere copritevi di più…

 

                    baci la posta del cuore!!!

 

RINNOVIAMO A TUTTI L’INVITO DI SCRIVERCI, SAREMO LIETE DI RISPONDERVI . CIAO!!!

 

 

A CURA DI GIUSEPPE MONTAGNA (CLASSE I F)

CRUCIVERBA

1

 

 

2

 

 

 

3

 

4

 

 

5

 

6

 

7

 

 

8

 

 

 

 

9

 

 

10

 

11

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

12

 

13

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

14

 

 

15

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

16

 

 

 

 

 

17

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

18

 

19

 

 

 

 

 

 

 

 

 

20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

21

 

 

 

 

22

 

 

23

 

 

 

24

 

 

 

25

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

26

 

 

 

 

 

 

    ORIZZONTALI 

             1.  L’ultima nota musicale

             3.  Agrigento (sigla)

             5.  Lo zar terribile

             8.  Un no eterno

           10. La casetta delle api

                   12. Lo è Amelia, simpatico personaggio di Walt Disney

                    14. Giuseppe, condottiero che guidò la spedizione dei Mille

            17. Fu definitivamente sconfitto a Waterloo

            19. Non crede in nessun dio

             20. Si oppone a ovest

              21. Ruolo senza vocal

              23. Cento grammi

              25. Lavoro in versi

              26. Son dodici sul quadrante

       VERTICALI

                1. Inquina le città

                  2. Le vocali in fila

                  4. La maniera cortese di trattare le altre persone

                  5. La lingua che si parla a Londra

                  6. Grande ponte che permette alla strada di oltrepassare un fiume o una vallata

                  7. Le vocali in gara

                  9. Lo Stato asiatico con capitale Gerusalemme

                11. Vero o.... del monarca

                13. Modello ...... di automobile FIAT

                15. Spelonca, caverna

                16. Inizio d'inverno

                18. Lo è un autore di grandi imprese

                22. Le vocali nelle mani

                24. Sigla di Terni

RIDIAMOCI SU

COMPITI

Salvo alla maestra:

“Signora maestra,  si può punire qualcuno per una cosa che non ha fatto? -  Certamente no! - Beh allora…non ho fatto i compiti!

 

GEOGRAFIA

-Ascolta Luisa ti faccio una domanda di geografia. È più lungo il Po o il Mississippi? ll Mississippi – rispose. Brava e di quanto?-   -nove lettere-

 

LA CAMICIA

Un signore va dalla camiciaia e dice! Vorrei una camicia. -La taglia?- No, la tengo intera!-

 

PIERINO

Pierino urla alla mamma rientrando da scuola-Mamma ho una notizia buona ed una cattiva!-

La mamma risponde:-Dimmi prima quella buona.-Sono stato promosso!- E quella cattiva? – E’ una bugia!-

 

DOMANDA

Roberta dimmi una parola con due p - bottiglia- e dove sono le p ?Nel tappo

 

 

 

 

 

Inserisci nelle relative caselle nomi di animali come nell’esempio.

A …….

  ………

………..

B bradipo

…………

………..

C……..

………..

………..

D……….

……….

……….

E………

………..

…………

F……….

……….

………..

G………

………..

……….

I………

……….

………..

L……….

………

………..

M………

…………

………….

N nasello

………..

………..

O………..

………….

………….

P……….

…………

…………

Q……….

………

quaglia

R……….

…………

………….

S……….

………..

………

T………

………..

…………

U……….

Upupa

………..

V………

…………

………..

Z……….

Zibetto

…………